8.3.3 La concordanza di tempo con verbi che chiedono il congiuntivo

Abbiamo ripetuto più volte i diversi possibili rapporti tra principale e subordinata e ci siamo già detti quanto sia importante, in italiano come in francese, concordare i tempi delle due proposizioni. Ma cosa succede nel francese, dove non esiste più l'imperfetto congiuntivo? Rispondiamo ora in maniera più sistematica.

 

Il verbo della principale è in un tempo del presente e chiede l'indicativo...
  Gli avvenimenti si svolgono allo stesso tempo di quando sono raccontati:
Je te raconte, ce que je fais.
Ti racconto ciò che faccio.
  Gli avvenimenti si sono svolti prima di essere raccontati:
Je te raconte, ce que je faisais.
Ti racconto ciò che facevo.
  Gli avvenimenti si sono svolti prima di essere raccontati e sono terminati.
Je te raconte, ce que j' ai fait.
Ti racconto ciò che feci.
  Gli avvenimenti si svolgono dopo essere stati racontati.
Je te raconte, ce que je ferai.
Ti racconto ciò che farò.

Il verbo della principale è in un tempo del passato è chiede l'indicativo....
    Gli avvenimenti si sono svolti allo stesso tempo di quando sono raccontati:
  Je te racontais, ce que je faisais.
Ti raccontai ciò che facevo.
    Gil avvenimenti si sono svolti prima di essere raccontati:
  Je te racontais, ce que j' avais fait.
Ti raccontai ciò che avevo fatto.
    Gil avvenimenti si sono svolti dopo essere raccontati.
  Je te racontais, ce que je ferais.
Ti raccontai ciò che avrei fatto.

Nel caso il verbo chieda il congiuntivo, la situazione cambia. Solo il francese letterario somiglia all'italiano, vediamo come:

I fatti sono temuti nel presente
    allo stesso tempo / più tardi:
  Je crains qu' il soit malade.
Temo che sia malato.
    prima
  Je crains qu' il ait été malade.
Temo che sia stato malato.

lingua letteraria: I fatti furono temuti nel passato
    allo stesso tempo / più tardi:
  Je craignais qu' il fût malade.
Io temevo che fosse malato.
    prima:
 

Je craignais qu' il eût été malade.
Io temevo che fosse stato malato.


In francese il imperfetto di congiuntivo deve essere quindi sostituito con il congiuntivo presente: nella lingua parlata quindi si utilizza il congiuntivo presente per esprimere simultaneità o posteriorità e il congiuntivo del passato prosimo per esprimere anteriorità.

lingua parlata: i fatti furon temuti nel passato
    allo stesso tempo:
  Je craignais qu' il soit malade.
Io temevo che fosse malato.
    prima:
  Je craignais qu' il ait été malade.
Io temevo che fosse stato malato.






contatto informazione legale consenso al trattamento dei dati personali