15.7.1.1 Il pronome riflessivo può essere oggetto diretto e oggetto indiretto

Parliamo di verbi riflessivi se il soggetto della frase, ovvero la persona che realizza l' azione, è anche destinataria dell'azione stessa (Lui si lava). Un verbo riflessivo richiede sempre un pronome riflessivo ed esso può essere oggetto diretto o oggetto indiretto.

esempio
oggetto diretto: Mi vidi nello specchio.
  oggetto indiretto: È la fine del mondo, mi sono detto sospirando.

Questa distinzione è irrelevante per i molti che non sanno che in realtà esistono due tipi di pronomi riflessivi. Nel caso il pronome riflessivo sia un oggetto diretto, il participio perfetto deve concordare in genere e numero con il soggetto, mentre se esso è un oggetto indiretto questa concordanza non esiste. C' è dunque una differenza tra italiano e francese. In italiano infatti il participio perfetto di un verbo riflessivo concorda sempre con il soggetto della frase.

esempio  
Je me suis regardé(e) dans un miroir. Mi sono guardato/a allo specchio.
    Tu t' es regardé(e) dans un miroir. Ti sei guadato/a allo specchio.
    Elle s' est regardée dans un miroir. Lei si è guardata allo specchio.
    Nous nous sommes regardé(e)s dans un miroir. Ci siamo guardati / e allo specchio.
    Vous vous êtes regardé(e)s dans un miroir. Vi siete guardati / e allo specchio.
    Elles se sont regardées dans un miroir. Loro si sono guardati / e allo specchio.

Ma non c' è concordanza se il pronome relativo è un oggetto indiretto.

esempio  
Je me suis dit. Mi sono detto / a.
    Tu t' es dit. Tu ti sei detto / a.
    Il / Elle s' est dit. Lui / lei si è detto / a.
    Nous nous sommes dit. Noi ci siamo detti / e.
    Vous vous êtes dit. Voi vi siete detti / e.
    Ils / Elles se sont dit. Loro si sono detti / e.






contatto informazione legale consenso al trattamento dei dati personali