5.1.3 Complemento indiretto

L'oggetto diretto (complemento oggetto) si distingue dall'oggetto indiretto per la preposizione a.

Vedo un libro.
Do un libro a Maria.

Maria è oggetto indiretto e pertanto a "le" è anteposta una "a". Lo stesso accade in francese con à. La domanda che occorre porsi in questo caso è "A chi?"

  esempio
  Lui i soldi --- alla ragazza.
A chi lui dà i soldi?
--- Alla ragazza.
  Il donne de l' argent à la fille.
À qui donne-t-il de l' argent ?
À la fille.
 
 
  Noi diamo --- i soldi a Miguel.
A chi diamoi soldi?
---
A Miguel.
Nous donnons à Michael de l'argent.
À qui
nous
donnons
de l'argent ?
À
Michael.
 
 
  Lu il libro al ragazzo. A chi lui il libro? Al ragazzo.
Il donne le livre à l' enfant.

À qui

il donne le livre? À l' enfant.
 
 
  Lui il libro ai ragazzi. A chi   da il libro? Ai ragazzi.
Il donne le livre aux enfants. À qui il donne le livre? Aux enfants.
 
 
  Luil il libro ai giovani. A chi lui il libro? Ai giovani.
Il donne le livre au garçon. À qui il donne le livre? Au garçon.

In francese è possibile invertire la posizione dell'oggetto e del verbo se la frase comincia con un pronome interrogativo.

esempio
  À qui     il donne le livre?
    A chi     lui i soldi
    À qui donne- t- il le livre?  


attenzione!
  à la => Se il sostantivo che segue è femminile e non comincia con una vocale o con una -h aspirata.
Je le dis à la femme.
Ich es sage   der Frau.
  au => Se il sostantivo che segue è maschile e non comincia con una vocale o una -h aspirata (au corrisponde a à +le)
 
Je le dis au garçon.
Ich es sage dem Jungen
  à l' => Se il sostantivo che segue comincia con una vocale o con una -h non aspirata, sia questo sostantivo femminile o maschile
 
Je le dis à l' enfant.
Ich es sage   dem Kind.
  aux => Se il sostantivo che segue è al plurale (maschile o femminile). Corrisponde a a + les.
 
Je le dis aux enfants.
Io lo dico ai bambini.






contatto informazione legale consenso al trattamento dei dati personali